Bruxismo: le cause, i sintomi e i rimedi per affrontarlo.

bruxismo-cause-e-rimedi.jpg

Bruxismo, ovvero il digrignare i denti. Quali sono le cause, i sintomi e i rimedi per affrontarlo.

Il bruxismo è un fenomeno molto più diffuso di quanto si possa possa pensare e ne soffrono sia i bambini che gli adulti. Conoscerlo bene è un passaggio fondamentale per affrontarlo correttamente con i giusti rimedi, come ad esempio l’ortodonzia invisibile o i bite. Scopriamolo meglio.

Cos’è il Bruxismo e cosa si indica con questo termine?

Il Bruxismo è un termine di derivazione greca che significa digrignare i denti. Si tratta di un fenomeno involontario che avviene soprattutto durante il sonno o durante la pratica sportiva e porta allo sfregamento dei denti gli uni contro gli altri.

Tale fenomeno a lungo andare può causare problemi ai muscoli facciali e soprattutto danneggiare i denti in modo permanente oltre a causare cefalee e altre problematiche.

Il bruxismo si può verificare in diverse forme da una più lieve fino ad una più acuta, ed è fondamentale non appena si ha il dubbio di soffrirne di consultare un odontoiatra per una corretta diagnosi.

Possiamo identificare due tipologie di bruxismo: quello diurno e quello notturno.

1. Bruxismo diurno

Il bruxismo diurno si manifesta soprattutto durante la pratica sportiva dove questa attività di sfregamento dei denti si manifesta con più intensità. Oltre all’usura dei denti, negli sportivi il buxismo diunrno comportando un’alterazione dei muscoli cranio-cervicali causa anche problematiche di tipo fisico come contratture muscolari e disturbi posturali.

2. Bruxismo notturno

Il bruxismo notturno è quello più comune e frequente e si manifesta durante il sonno esercitando una sfregatura costante dei denti. Se non si interviene tempestivamente il bruxismo può portare problematiche estetiche, ma anche danni fisici e psicologici.

Quali sono le cause del bruxismo?

Ad oggi non sono state ancora individuate le cause del bruxismo, si pensa, soprattutto a livello medico, che le cause siano legate a fattori pisco-fisici.

Tra le principali cause del bruxismo possiamo trovare:

Cause di natura fisiologica:

  • Difetti di occlusione dentale
  • Postura errata;
  • Dolori dovuti ai denti;
  • Dolori causati dalla crescita della mandibola;
  • Disturbi del sonno;
  • Disfunzioni del sistema nervoso;

Cause di natura psicologica:

  • Ansia;
  • Stress;
  • tensione emotiva;
  • Rabbia o frustrazione;
  • Personalità aggressiva, competitiva o iperattiva.

Fattori esterni che possono avere come effetto collaterale il bruxismo:

  • Uso di droghe;
  • Uso/abuso di antidepressivi;
  • Assunzione eccessiva di caffeina e alcol;

I sintomi del bruxismo

Il bruxismo presenta nei soggetti che ne soffrono questi sintomi:

  • Difficoltà ad aprire la bocca;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Dolore più o meno forte alle orecchie;
  • Mal di testa di varie intensità;
  • Dolore cervicale.

Il bruxismo nei bambini

Il bruxismo nei bambini, è un disturbo infantile che si manifesta principalmente nelle ore notturne. Il bambino che soffre di bruxismo tende ad effettuare movimenti ritmici di pochi secondi che si ripetono in maniere regolare due o tre volte durante le ore del sonno.

Questo gesto di digrignare i denti è frequente nei bambini soprattutto tra uno e quattro anni. Se questo fenomeno supera il quarto anno di età può essere considerato un vero e proprio disturbo del bambino soprattutto se interferisce con il sonno notturno.

Il bruxismo nei bambini, come altri fenomeni, rappresenta un momento di elaborazione e gestione dell’ansia e il fatto che si manifesti di notte non è casuale. Infatti, è proprio in quei momenti che il bambino si trova in un forte stato di tensione e ansia perché nell’addormentamento affronta paure inconsce e digrignando i denti cerca un sostituto dei suoi genitori e un sollievo alle sue paure.

Le conseguenze del bruxismo

La principale conseguenza del bruxismo è l’usura dei denti. Questa provoca l’usura dello smalto dentale che coinvolge la dentina ovvero lo strato che ricopre la polpa dentale e la polpa stessa e di conseguenza aumenta la sensibilità dei denti al freddo e al caldo.

Oltre a questo, il continuo gesto del digrignare i denti porta problemi alla muscolatura masticatoria con difficoltà ad aprire e chiudere la bocca e indebolisce i denti provocando spaccature e traumi. Non di rado il bruxismo è anche causa del distacco di otturazioni, capsule e ponti dentali.

effetti-del-bruxismo-confronto-denti-sani-1

Le cure e i rimedi contro il bruxismo

Per contrastare il bruxismo uno dei rimedi migliori è quello di utilizzare dei bite, ovvero una mascherina in grado di proteggere i denti e creare una barriera tra le due arcate dentali.

Le mascherine dentali, ovvero i bite, alleggeriscono la tensione della muscolatura e proteggono i denti dall’usura dovuta al digrignare i denti.

Il consulto del dentista è un passaggio fondamentale per curare il bruxismo, infatti l’uso dell’ortodonzia invisibile, con le sue mascherine trasparenti, può essere un validissimo strumento per contrastare il bruxismo e contemporaneamente allineare i denti e renderli più forti e belli.

rimedi-bruxismo-ortodonzia-invisibile-bite

 

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

Hai bisogno di aiuto?

I nostri odontoiatri esperti sono a tua completa disposizione per una prima visita senza impegno.

PRENOTA LA TUA VISITA >

Indice del contenuto:

logo-etica-footer
Call Now Button800 955 002
WhatsApp Contattaci con WhatsApp