Protesi Dentali

Le protesti artificiali sostituiscono la dentatura naturale compromessa e ristabiliscono funzioni articolari e di masticazione.

Le protesi dentali si distinguono anzitutto tra fisse e mobili. Una protesi fissa riferita a un singolo dente è denominata “corona”, mentre nei casi in cui è necessario ripristinare la funzione masticatoria ed estetica di più di un elemento mancante si parla di “ponte”. Le corone sono protesi per denti singoli dei quali almeno la radice è conservata. Si ancorano o al dente opportunamente preparato o tramite perni endocanalari, alla radice. Nei ponti l’elemento dentario estratto viene sostituito da una protesi che comprende anche gli elementi dentari adiacenti.

Le protesi mobili possono essere parzialmente o totalmente removibili e rappresentano quelle che sostituiscono intere arcate o parti di esse. Mentre le protesi mobili possono essere facilmente rimosse dal paziente nel corso della giornata, quelle con “ganci” presentano attacchi di precisione ai denti rimanenti, con struttura di sostegno metallica.

Come suggerisce il nome, la protesi fissa non è rimovibile e si applica in due modi: su denti naturali, utilizzati come pilastri per ponti e ricoperti da capsule e su impianti in titanio


Diversi sono i materiali utilizzati per le PROTESI FISSE.


Metallo ceramica (struttura in metallo, copertura estetica in ceramica)

Zirconio ceramica (struttura in zirconio, copertura estetica in ceramica)

Ceramica integrale

Le PROTESI MOBILI appartengono a due riverse tipologie.


Non invasive, che poggiano direttamente sulla gengiva (protesi muco-supportata)

Mediante impianti (protesi implanto-supportata)

mappa-imm-footer

17 Cliniche in Italia

TROVA CLINICA

Scopri le nostre promo:

Un buono da 50€ spendibile su tutte le cure

VAI ALLE PROMO

logo-etica-footer
Chiamaci 800 955 002